Lucy in the Sky with Diamonds

Vorrei parlare di una lagnosissima nenia di un gruppo che ci ha stufato da tanti anni. Ma ne parlo ora per via di un incontro di qualche giorno fa nell’autobus, tra i tanti giovinastri che ascoltano nelle cuffie frastuoni così assordanti che perfino chi non si trova nella loro cuffia non ne può più. Per farla breve, c’era questa giovane ragazza che è salita sull’autobus con una T-shirt dei Beatles: mi son detto, povera ragazza, forse ha ricevuto la maglietta in regalo!

Invece, no, nella sua rumorosissima cuffia ascoltava con gusto apparente proprio quelle canzoncine melense e sguaiate, come faceva sua nonna cinquant’anni fa… canticchiava perfino le parole in inglese di Lucy in the Sky with Diamonds. Ora, questi diamanti, io capisco che possano interessare chi si occupa di diamanti da investimento, chi commercia in brillanti e chi lavora alla borsa dei diamanti. Capisco anche che quattro menestrelli senza talento cantino canzoni insulse nei dischi per far soldi, come è il caso dei Beatles con quella canzonetta lì. Quello che non capisco è che una ragazzina moderna cada nel tranello e trovi perfino piacere ad ascoltare quella roba. Vabbé, tutti i gusti sono gusti, anche se noi non li capiamo.

Altri siti
© 2011 www.discotecabasica.com